6 aprile 2016

#changedestiny | I social ci daranno la libertà di amare come vogliamo

Umberto Eco diceva che il web ha dato voce ai cretini; Oliviero Toscani gli ha fatto eco (e perdonate il gioco di parole) dicendo che li ha messi pure in ordine alfabetico.
Internet e i social network in generale sono sicuramente la più grande rivoluzione democratica di tutti i tempi, con tutti i pro e i contro del caso.
I contro li lascio ai frustrati, agli invidiosi, a chi ha bisogno di riempirsi la vita (s)parlando delle vite altrui.
I pro invece mi interessano, mi fanno sperare nell'evoluzione, nel cambiamento, nella possibilità.
Un esempio, le donne. E la loro libertà: di essere donne, di essere indipendenti, di scegliere chi amare.

Può sembrare banale, scontato ma in realtà non lo è.
Oltre ai continui esempi di sessismo che viviamo quotidianamente al lavoro, nella vita, quando indossiamo una gonna leggermente più corta o il modo in cui ci dicono che guidiamo, c'è una realtà di sofferenza e soprusi che fa male ed è invisibile agli occhi.
O meglio, lo era, ma grazie al potere dei social oggi può venire fuori, esser viralizzata e arrivare a colpire le coscienze di tutti. Immaginatevi se i social, Internet non ci fossero stati.
Siete sempre d'accordo con i vari Eco e Toscani?

In Cina, nel 2016, una donna non può scegliere di essere single, di non sposarsi, di preferire la carriera al matrimonio, la realizzazione professionale all'avere figli. O semplicemente di stare con chi vuole e scegliere chi amare.
Esiste un vero e proprio mercato dei matrimoni, con tanto di luoghi di incontro adibiti a questo, e chi si oppone va incontro ad un destino infelice.
Il messaggio che viene tramandato è che una donna vale solo se sposata, accanto ad un uomo, e chi ha la sfortuna di arrivare a 25 anni e non essere sposata, è praticamente spacciata!
Io ne ho quasi 28, ho iniziato ora una convivenza e un progetto lavorativo: per l'Italia sono fortunatissima (e io mi ci sento); in Cina sarei considerata vecchia e disgraziata.

Una ragazza come me, come voi, Sheng Nu, ha scelto di ribellarsi: a 29 anni, con una laurea prestigiosa, la voglia di realizzarsi e di stare insieme ad un uomo che la ami per com'è, ha detto basta e ha realizzato un video per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla questione, per dar voce a tutte le donne cinesi che non ne hanno ancora una e che sono costrette ad una vita infelice, fatta di matrimoni combinati, scarsa educazione e nessuna auto-determinazione.

Condividendo tutti questo video, diffondendo questo e gli altri post, possiamo contribuire a costo zero e in una manciata di secondi a cambiare il destino di milioni di donne in Cina e nel mondo.
Pensate se il web non fosse esistito, se non ci fossero stati i social.
Sheng Nu non avrebbe avuto una voce e non avrebbe potuto dare una voce ad altre donne come lei #changedestiny



4 commenti:

  1. Excellent post, I would like to convey my thanks for sharing this informative post. I am a professional writer and I usually writes a lot of blogs. I like your writing style.
    Law essay writing service

    RispondiElimina
  2. Expect more of the articles so impressed. is so outstanding, this community needs people like your enthusiasm
    outlooksignin

    RispondiElimina
  3. Totally, the actual write-up is really the very best in that will worthwhile matter. I really fit in jointly with your results and certainly am going to keenly seem to be toward your own upcoming improvements. Just telling many thanks could not only be sufficient, for your http://awriter.org/ninjaessays-com-review/ exceptional readability as part of your composing.I'll use this information to provide term papers for my friends.

    RispondiElimina

In Moda Veritas | Fashion with a bit of irony ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...