16 aprile 2013

#prayforboston

Fuori il sole splende, gli uccellini cinguettano e le nostre vite procedono frenetiche, come nulla fosse.
Sembra una giornata come le altre, ma dall'altra parte dell'oceano per alcune famiglie non sarà così.
Oggi è il giorno dopo.
Quello tremendo e straziante, in cui ti accorgi che i tuoi cari non ci sono più.
Non rivedrai più il suo sorriso, non udirai mai più il suono della sua risata, non ci saranno più abbracci, baci, litigi e pace fatta. Nulla.

Tra le vittime della strage, che ha colpito ieri la città di Boston, c'è anche una bambina di 8 anni. Quali colpe poteva avere?
Ho pensato che oggi fosse giusto lasciar perdere per un attimo tutto il resto e inviare un pensiero a quelle persone, la cui giornata non sarà normale come la nostra, la cui vita è cambiata in un secondo, stravolta dal gesto scellerato di qualche pazzo.
Vi invito, se vi va, ad esprimere la vostra solidarietà anche sui social utilizzando l'hashtag #prayforboston.
Uniamoci nella speranza che questi drammi atroci senza senso un giorno possano finire. Vi bacio tutti.


Sun's shining bright, birds are tweeting outside and we live fast, as usual.
It seems a day like any other, but on the other side of the ocean for a few families won't be.
Today is the day after.

The terrible and heartbreaking one, when you realize that your beloved are gone.
You'll never see her smile anymore, you'll never hear the sound of his laughter, there won't be no more hugs, kisses, fights or ​​peace treaties. Anything.
Among victims of tragedy, which yesterday hit the city of Boston, there's also a child of 8 years. What faults could have? She didn't deserve that.
I think that today we have to let go for all the rest for a moment and send a thought to those people, whose day will not be normal as ours, whose life has changed in a second, disrupted by the wicked act of a very bad person.
I invite you, if you like, to express your solidarity also on social networks by using the
hashtag #prayforboston.
We have to stay together hoping that these terrible and senseless tragedies will end one day. I kiss you all.



To stay updated on all my blog posts, follow In Moda Veritas also on:
Facebook | Twitter | Bloglovin' | Instagram (@gretamiliani)

28 commenti:

  1. senza parole... io non so proprio dove andremo a finire... mi rattristo ogni giorno di più... ma che mondo è mai questo? #prayforboston

    RispondiElimina
  2. Non ci sono parole... E' assurdo che queste situazioni siano all'ordine del giorno.... L'importante è non restare indifferenti.

    RispondiElimina
  3. Non doveva più accadere...e invece... è successo ancora.
    Senza parole.

    RispondiElimina
  4. ...cosa raccontero' a Pulcino di questo mondo dove viviamo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una domanda molto seria questa, Lisa. Di questi tempi ci vuole coraggio mettere al mondo un figlio. Ti ammiro per la tua decisione di farlo, io questo coraggio non l'ho avuto e tante volte mi domando se ho preso la decisione giusta. Ma poi mi accorgo che tutti i figli di amici e conoscenti, se riesco a dare a loro anche solo un piccolo insegnamento o consiglio, diventano anche figli miei. Ti auguro ogni bene !

      Elimina
  5. Se la sono presi, se la prendono e se la prenderanno sempre con gli innocenti ... sempre, in ogni parte del mondo. In un mondo che ormai gira al contrario ! Martina
    BloggHer women's kaleidoscope

    RispondiElimina
  6. Io non trovo parole per quanto accaduto e credimi, ogni volta che sento queste notizie mi viene un magone enorme. L'unica cosa a cui penso è che c'è troppa gente malata. Come può una vita umana voler fare una strage di questo tipo? Mi sembra di vivere dentro una bolla di sapone che scoppia quando succedono queste cose.. finirà un giorno questa carneficina?

    #prayforboston
    #prayfortheworld

    RispondiElimina
  7. Non sapevo di questa ennesima strage americana..non ne conosco le dinamiche ma...fin ora c'è sempre stato qualche folle che con troppa facilità compra armi come tanti altri cittadini americani...
    e poi sempre il terrorismo dietro l'angolo..
    orribile e (per me) stantio spauracchio dietro cui si nasconde tanta ipocrisia e tanta colpa..
    Dispiace per le vittime, dispiace sempre per la vita spezzata, purtroppo noi piccole formiche abbiamo più saggezza e sentimento di chi manovra le fila del mondo, e ti chiedi perchè siano tutti così stupidi e potenti quelli che stanno sopra di noi...
    Domenica c'è stato l'ennesimo avvistamento ufo sui cieli di Pisa...e silenzio,eppure l'abbiamo visto tutti..allora ci viene da chiederci se siano alieni oppure...nuove armi terrestri che qualcuno sta testando...è tutto molto incerto e nebuloso, a me questo periodo storico da un senso dis gomento...
    e poi penso alle vittime innocneti, alla bambina di Boston ma anche alle vittime della strage di Viareggio e a quelli del treno Italicus, dove i colpevoli, come per tutte le stragi di Stato (compreso l'11 settembre americano) sono libere..
    ho divangato, scusa, ma la violenza la subiamo anche noi in qualche modo, partendo da tutte le bugie che ci raccontano e a cui ci conviene credere per poter vivere tranquilli..
    ;*

    RispondiElimina
  8. Un'altra brutta pagina da ricordare con amarezza e tristezza! Complimenti per il post, scritto benissimo!
    Che ne pensi del mio? http://www.fashionsmile.it/fashion-blogger/paillettes-estate-2013-fashionblog/
    Baci Marika

    RispondiElimina
  9. Siamo senza parole davvero..tutte queste atrocità solo per interessi al di sopra di noi..alla fine, come sempre, chi ci rimette sono persone innocenti che non hanno sicuramente fatto nulla e che non avrebbero meritato nulla di tutto ciò..stiamo regredendo in maniera impressionante!



    Marci&Cami

    RispondiElimina
  10. Greta tesoro. Se ci soffermiamo a pensare a quanto ci accade attorno credo che non troveremmo neanche più la forza di alzarci la mattina. Riusciamo a fare finta di niente fino a quando qualcosa non ci colpisce più vicino. Credo che il nostro grado di empatia sia inversamente proporzionale alla nostra paura.
    Ti abbraccio e grazie per il post #prayforboston

    RispondiElimina
  11. Non ci sono parole per la cattiveria dell'uomo...
    Tante preghiere per chi si dovrà rialzare e per coloro che non ce l'hanno fatta...
    Un bacio piccola

    Carolina

    www.the-world-c.blogspot.com

    RispondiElimina
  12. Non posso descrivere l'angoscia che mi è presa ieri, dopo aver saputo la notizia. Essere così "vicina" a Boston rende tutto ancora più terribile.

    Oggi negli Stati Uniti c'è un'atmosfera ovattata. Ma gli Americani (la gente vera non quella che si vede in televisione) ha il brutto vizio di far finta di niente, di minimizzare, di dire "sono cose che succedono".
    E' terribile pensare che per loro questa è la "normalità".
    Vivere in un Paese dove hai paura a dormire di notte, perchè sai quanti pazzi armati ci sono là fuori. Entrare nelle Università con aria guardinga e continuare a pensare a quante stragi si perpetuano mese dopo mese in un Paese che continua a piangere i suoi morti, solo per dimostrare quanto "Liberi" sono.

    Non possiamo fare altro che #prayforboston, sperare che tutto cambi e dire, ancora una volta, mia cara Italia mi manchi.



    Alessandra
    Follow me on: WHITELICIOUS

    RispondiElimina
  13. Un pensiero per loro, ma di parole davvero non ce ne sono...

    RispondiElimina
  14. ormai si muore ovunque, anche nei posti dove dovremo essere sicuri.

    Lauren V.
    http://modecontemporanee.blogspot.it
    facebook page

    RispondiElimina
  15. che colpo tremendo, oggi ho letto di un bimbo che aspettava il papà maratoneta all'arrivo...

    RispondiElimina
  16. Quanta tristezza mi mettono questi -terribili- avvenimenti :/
    Una disperazione.

    RispondiElimina
  17. Davvero senza parole...ormai non riesco più a meravigliarmi di quanto l'uomo possa essere crudele e spietato.

    Babi
    www.voguebuster.net

    RispondiElimina
  18. Il silenzio e l'unica cosa che ci resta devo dire che sono felicissima che qualcuno abbia avuto il coraggio di rendere un pensiero all'accaduto ,lasciando stare per un giorno scarpe ed accessori! Basta atrocità siamo stanchi! <3
    Pregare qualcuno che c'è o meno che sente o meno il rumore della castrofe è l'unica cosa ce ci resta da fare! <3


    http://ilmondosottosopra.altervista.org/nostalgie-veneziane/

    RispondiElimina
  19. è una cosa che lascia un certo sgomento dentro...e come l'insulsa crudeltà umana agisca per fare del male a persone innocenti...
    scusa per l'assenza cara..mi sei mancata molto...
    kiss e buona serata
    vendy

    NEW POST!!!
    FOLLOW ME ON:
    the simple life of rich people blog

    RispondiElimina
  20. quello che è successo è sconvolgente e senza parole,
    gli essere umani sono peggio delle bestie....
    Ti ho mandato la mail con il mio racconto, questo invece è il link del post
    sul racconto http://borderline83.blogspot.it/2013/04/storia-di-una-bianconiglia-alla-moda.html
    Baci e buona serata ;)

    RispondiElimina
  21. Greta, io oggi per la prima volta sono riuscita a vedere i video. Non che ne avessi bisogno ma volevo guardare quanto meschino può essere il genere umano. Io resto sempre senza parole e con tanta rabbia. Non si può morire per mano di qualche esaltato in questo modo, non è giusto. La vita è un dono prezioso e nessuno ha il diritto di portarla via ad altri. Non serve neppure dire "spero che paghino", perché nessuno riporterà a quelle persone i loro affetti, le loro gambe, le loro braccia saltate in aria come birilli. Nessuno. Quanto dolore!

    RispondiElimina
  22. Non sai quante volte al giorno pensi a quelle famiglie, questa cosa mi ha fatto davvero pensare....
    Brava per aver dedicato un pensiero a quelle persone nel tuo blog, non è cosa da tutti.
    Cuore.

    RispondiElimina

In Moda Veritas | Fashion with a bit of irony ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...