3 ottobre 2013

MFW Day 4 || Stella Jean S/S 2014 fashion show

La mattina del quarto giorno di MFW è stato incoronata da due delle sfilate che attendevo con più impazienza: Stella Jean ed Ermanno Scervino.

The 4th morning of MFW was characterized by two of the most beautiful fashion shows I've ever seen: Stella Jean and Ermanno Scervino.

Per premiare il talento e la bravura della giovane designer italo-haitiana, Giorgio Armani ha deciso di offrirle lo spazio dell'Armani/Teatro in Via Bergognone.
Ammetto che quando ho varcato la soglia del Teatro Armani, mi è mancato un po' il respiro: non avevo mai visto uno spazio tanto enorme, minimal e anche asettico in tutta sincerità.
Le gigantesche colonne e gli imponenti muri di pietra misti a parti in acciaio mi hanno inevitabilmente riportato alla mente la Rotonda della Besana, la fantastica location dove Stella Jean ha sfilato lo scorso settembre: un luogo ricco di storia e suggestione, totalmente diverso dall'Armani/Teatro.
Mi sono domandata come Stella Jean avrebbe potuto ricreare il senso di calore e accoglienza dell'anno passato in uno spazio così freddo, ma non appena la prima modella ha fatto il suo ingresso in passerella, ho capito.

To reward the talent of the young Italian-Haitian fashion designer, Giorgio Armani has decided to offer her the Armani/Theatre in Via Bergognone to set her fashion show.
I have to admit that when I saw Armani/Theatre, my breath was taken far away: I've never seen a space so huge, minimal and also aseptic.
The giant columns and big stone walls mixed with steel parts inevitably remind me the Rotonda of Besana, the wonderful location where Stella Jean set her fashion show last September, a historical and charming place, totally different from the Armani/Theatre.
I wondered how Stella Jean could recreate the sense of warmth and glow of the past year in a so cold location, but as soon as the first model started her catwalk, I felt it.

La collezione P/E 2014 di Stella Jean racconta un viaggio di esplorazioni ed evocazioni culturali, sociali e storiche che rimandano alla collaborazione della giovane designer con l'agenzia dell'International Trade Center. Grazie a questa partnership, Stella Jean ha avuto l'occasione di conoscere e utilizzare tessuti provenienti dal Burkina Faso, esportando in Europa la tradizione sartoriale africana.
Stella Jean ha saputo utilizzare le sue gonne e i suoi abiti riccamente decorati come fossero una tela su cui dipingere; ha saputo unire e mescolare l'heritage dell'Africa al gusto e allo stile aristocratico della Costa Azzurra e delle spiagge italiane.
Una sfilata all'insegna del colore, del brio, della commistione tra stampe e motivi differenti, quasi a ricreare un puzzle patchwork.
Inoltre foulard e maxi fiori tra i capelli, volumi anni '60 e la filosofia "Wax & Stripes", che caratterizza tutte le collezioni di Stella Jean.

Stella Jean S/S 2014 collection is a cultural, social and historical journey of exploration and evocations that refers to the collaboration between the young designers and the International Trade Center company. Thanks to this partnership, Stella Jean had the opportunity to know and use textiles from Burkina Faso, exporting in this way the african tradition of tailoring to Europe.
Stella Jean was able to use her skirts and her clothes richly decorated as if they were a canvas to paint on; she combined and mixed the African heritage to the taste and aristocratic style of French Riviera and Italian beaches.
A colorful and sparkling fashion show signed by the mixture of different prints and patterns in order to recreate a kind of patchwork puzzle.
In addition scarves and big flowers, 60s volumes and the "Wax & Stripes" philosophy, that characterizes all the Stella Jean's collections.

Uscita dopo uscita sono stata trasportata in un carnevale di gioia, colore e bellezza; sono riuscita a respirare il multiculturalismo, l'assenza di confini. Le barriere sono cadute e il mondo intero era lì che sfilava di fronte ai miei occhi rapiti e sognanti.
Ho avuto i brividi dall'inizio alla fine e quando Stella Jean è apparsa sulla passerella per salutare il parterre, avvolta nell'aura di umiltà e semplicità che la contraddistinguono, mi sono emozionata ulteriormente e gli occhi si sono inumiditi di lacrime.
La sfilata di Stella Jean è una di quelle che mi ha maggiormente toccata; la designer si è riconfermata ancora una volta la regina dello styling, una persona genuina e soprattutto una ragazza che ama profondamente la moda nel senso più puro, primitivo e intimo del termine. In una parola: poesia.

Outfit by outfit, I was brought into a carnival of joy, colour and beauty; I was able to breathe multiculturalism and the absence of boundaries. Walls fell down and the whole world was right there that paraded in front of my caught and dreamy eyes.
I shivered from the beginning to the end of the show when Stella Jean appeared on the catwalk to say hello to her parterre, wrapped in an aura of humility and simplicity that characterized her, I was even more excited and my eyes filled in with tears.
Stella Jean's fashion show is one of those, which touched me mostly; the fashion designer has reconfirmed once again the styling queen, a genuine person and overall a girl who deeply loves fashion in its purest, most primitive and intimate sense. Just in a word: poetry.
All photos are taken by me. Please, before use them, ask me for the permission. Thanks!

To stay updated on all my blog posts, follow In Moda Veritas also on:

11 commenti:

  1. Io ho adorato questa sfilata!!! un bacio grande

    http://www.lefamilledelamode.com/2013/10/flash-back-summer.html

    RispondiElimina
  2. Io sono più alla Gabrielle Chanel il meno è un PLUS ma apprezzo tantissimo lo styling e l'eccellenza di questa collezione :)
    www.mariezamboli.com
    www.mariezamboli.com

    RispondiElimina
  3. Adoro il mix di stampe e volumi! Ci ha pensato la collezione a riscaldare l'ambiente! :)
    Fabiola

    wildflower girl
    Facebook page

    RispondiElimina
  4. Credo che sia stata una delle sfilate più interessanti della fashion week...io purtroppo non ho avuto l'onore di assistere, ma grazie al tuo splendido post (e a delle foto a dir poco perfette) ho decisamente rimediato!
    Complimenti! :)

    RispondiElimina
  5. Collezione stupenda, adoro il mix di colori e stampe, le gonne strutturate e le headband!

    VeryBerryBee || Facebook || Bloglovin'

    RispondiElimina
  6. Credo che Stella Jean, pur ormai ben conosciuta in Italia, è stata la rivelazione dell MFW !
    Non sei stata l'unica ad emozionarti, ho sentito anche da altre persone che l'emozione è stata forte.
    Io che alla fine non ero stata accreditata, anche se il press office è stato gentilissimo e mi ha scritto ben 2 volte, avevo saputo poi che avrei potuto andare alla sfilata se solo per una buona volta avessi chiesto un favore ad una persona che conosco ... io, che di favore non chiedo mai, ho il DNA tedesco, non sono abituata.
    A maggior ragione quando sono uscite le prime immagini sul web anch'io mi sono emozionata con gli occhi lucidi. La amo Stella Jean, non soltanto per i capi in se stessi ma, come hai detto tu, per lo stile armonioso che crea ! E' tutto semplicemente bello ed allegro, così come LA MODA dovrebbe essere ... BELLA!
    Martina
    BloggHer women's kaleidoscope

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia questo mix di fantasie!

    RispondiElimina
  8. no, vabbè... la gonna verde pistacchio con le zebre è la quintessenza dell'adorazione purissima!
    Eva e Valentina

    WalkOnTheShinySide.com
    Walk on Facebook
    Bloglovin'

    RispondiElimina
  9. Un bellissimo post Greta...un bacione Marika
    che ne pensi del mio post?
    http://www.fashionsmile.it/fashion-blogger/chanel-parigi-fashion-week/

    RispondiElimina

In Moda Veritas | Fashion with a bit of irony ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...